EDITORIAL DESIGN

Cuonzoliamoci

Cliente annosito web
Cuonzoliamoci2020

Il progetto

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Il Cuònzolo (parola di origine campana che trova in altre regioni italiane le declinazioni dialettali di Consòlo, Conzòle, Consuòlo, Ricùnsulu) è un rituale di cordoglio che trova espressione della sua funzione consolatrice attraverso il banchetto funebre. Il banchetto funebre è un pasto di alleanza e di comunione che si presenta come forma di compensazione o di recupero generalmente organizzato da parenti, vicini, amici presso la casa di chi ha subito il lutto. Mangiare assieme è una forma rituale di riscatto dalla crisi del lutto. La pandemia in corso (Covid 19) con il distanziamento sociale ci impedisce di sostenere i membri della nostra comunità o della nostra famiglia che subiscono un lutto. É in questo momento storico che riscopriamo l’importanza del contatto fisico a cui la società risponde con l’incremento nell’utilizzo degli strumenti di aggregazione digitale. Il bisogno sociale di questi giorni ci spinge a ridisegnare i rituali che riportano la comunità al centro per una visione futura socialmente più sostenibile. “Pensando a chi, come la mia famiglia o come me, nel bel mezzo della pandemia, non potrà praticare il controllo rituale della sofferenza”.

Il progetto

Il Cuònzolo (parola di origine campana che trova in altre regioni italiane le declinazioni dialettali di  Consòlo, Conzòle, Consuòlo, Ricùnsulu) è un rituale di cordoglio che trova espressione della sua funzione consolatrice attraverso il banchetto funebre. Il banchetto funebre è un pasto di alleanza e di comunione che si presenta come forma di compensazione o di recupero generalmente organizzato da parenti, vicini, amici presso la casa di chi ha subito il lutto.

Mangiare assieme è una forma rituale di riscatto dalla crisi del lutto. La pandemia in corso (Covid 19) con il distanziamento sociale ci impedisce di sostenere i membri della nostra comunità o della nostra famiglia che subiscono un lutto. É in questo momento storico che riscopriamo l’importanza del contatto fisico a cui la società risponde con l’incremento nell’utilizzo degli strumenti di aggregazione digitale.

Il bisogno sociale di questi giorni ci spinge a ridisegnare i rituali che riportano la comunità al centro per una visione futura socialmente più sostenibile.

“Pensando a chi, come la mia famiglia o come me, nel bel mezzo della pandemia,

non potrà praticare il controllo rituale della sofferenza”.

scopri altri progetti